:: home » persa »  pizzina commedia

La Pizzina Commedia ( da s.c.i. )



Tue, 12 April, 1994
Visita inattesa nel salotto della Merlettaia

Il nostro amico Paolo Pizzi, reduce da una lunga assenza dai patri lidi, ci scrive (in risposta alla nostra ultima missiva in cui gli si fa notare, tra le righe, che i suoi modi non corrispondono esattamente a quelli prescritti dalle regole del galateo nonché a quelle della più comune decenza) le seguenti righe (purtroppo, per ragioni di spazio, non abbiamo potuto includere la sua missiva in tutta la sua interezza. naturalmente la comunicazione ci perde in idillica chiarezza). Inter nos, pregasi notare il tono aulico arcadico e anche un pochettino goliardico del nostro carissimo amico...

"Cafona ignorante, si rivolga cosi' a sua sorella..."

ah mais vous voila', mon cher chevalier de dentelles,
che delizia ritrovare il vostro fine umorismo e quei
modi cosi' delicati e raffinati...

"Guardi che io sono odioso soltanto a gente come lei, intollerante e maleducata."

vi vedo sempre piu' allegro e sereno, mon cher chevalier,
l'aroma della vittoria favorisce i movimenti dell'intestino?
vi assicuro che la grazia e il garbo teste' dimostrato
vi donano tremendamente. posso offrirvi un pasticcino?

"E di grazia ci fornirebbe un'alternativa? Il comunismo? Credo che piu' in basso di cosi' l'uomo non e' mai caduto."

credo che i verbi di dubbio (come credere, appunto) reggano
il congiuntivo. ma gia', scordavo, lei dubbi non ne ha...

secondo platone (ancora quell'ignorante arrogante, uffa!)
le alternative sarebbero quattro (se non mi sbaglio). non
sto a discutere quale sarebbe stato il suo ideale di
repubblica, perche' tanto esula dal discorso. ad ogni modo,
il comunismo (lei che e' cosi' bene informato lo dovrebbe
sapere) e' una forma di democrazia. le alternative odierne
alla democrazia sono: oligarchia, monarchia, dittatura.
il nostro beneamato cavaliere le assomma tutte. che bravo!

"Non dimentichiamoci che lo AVETE ROVINATO VOI, centrosinistra disgraziato, partitocrazia schifosa DC-PSI-PCI/PDS. Potra' solo migliorare..."

che dire? avete ragione voi, mio buon cavalier servente,
ragione da vendere (me ne da due etti?).

"Dopo che se ne esce con toni ARROGANTI, MALEDUCATI e PRESUNTUOSI dice che non "minaccia'? Ma mi faccia il piacere, se ne torni nel suo tugurio mentale a blaterare..."

charmant... favorite un'altra tazza di the?

"Come hanno ben dimostrato i 100 e passa "avvisati" del PDS, tutti accusati di ruberie, corruzione etc..."

le stelle sono tante, milioni di milioni
la stella berlusconi vuol dire qualita'!
oh quel esprit, mon cher chevalier, quel esprit de corps,
se non ci foste voi a ravvivare cosi' il nostro salotto...

"Mi raccomando stia bene, abbiamo sempre bisogno di gente come lei per dimostrare la PROTERVIA, l'ARROGANZA e la MALEDUCAZIONE dei comunisti."

ah la la! ma com'e' che questo verbo arrispunta ad ogni
suo giro di frase, mon cher chevalier? che abbia (non
sia mai detto) un qualche recondito significato psicologico?
ad ogni buon conto, la mi scusi tanto, sa; tutto era mia
intenzione fuorche' "dimostrare" che lei fosse comunista.
ma visto che ci tiene...
la mi stia bene anche lei, e ritorni pure a trovarci.
enchantee

la marquise de la soie


Fri, 13 May, 1994
La Pizzina Commedia (era: Codardia di Guanziroli)

Il Pizzi, noto pure presso il popolo di soc-culture-italian come "de struzzis" (v. Falci), ormai impera con tutta l'energia e l'esuberanza di cui è capace. Spara le sue opinioni sul piccolo schermo con tanta veemenza da indurre i piú a considerarlo come un virus, o un semplice agente provocateur. C'è chi gli dedica un ritratto psicopatologico, chi un trattato antropologico, chi continua a combattere con la disperazione del giusto, e chi se ne fa allegramente beffe (Guanziroli, Falci, Sarram, oltre beninteso alla sottoscritta). Diverse sono le tesi che ha sostenuto, fra cui ricordiamo le sue ripetute accuse nei confronti della sinistra per la morte di Giorgiana Masi, o l'iracondia con cui ha voluto difendere i Nazisti dalle accuse di eccidio alle Fosse Ardeatine, ributtando tutta la resonsabilitá sui partigiani, rei di aver messo in atto l'agguato di via Resella, atto da solo, secondo il Pizzi, servirebbe a "dimostrare" la vigliaccheria dei partigiani. Inutile aggiungere che le sue "picconate" sortivano l'effetto auspicato, gonfiando cioé di sdegno buona parte degli s.c.i.iti. A questo punto si inserisce la "Pizzina Commedia", atto a sdrammatizzare il clima di tensione, dando sfogo ai sentimenti in maniera beffarda. Termino col dire che l'unica risposta del Pizzi a questo post è stato del tipo: "Ma torna al Cottolengo, quella è la tua casa".


cari colleghi e amici vicini e lontani (mica tanto...)
ho pensato di far cosa gradita a tutti voi telematicizzatori
con una pizzola rezensione del nostro stimatissimo professor
struzzus de struzzis, ordinario alla paranormale di cinofilia
in quel di hollywood, united states of america (yeah!).

nel mezzo del pizzin di nostra vita
mi ritrovai per una pizza oscura
che' la diritta pizza era smarrita

>Guanziroli sei un bugiardo matricolato e fai delle affermazioni in
>cattiva fede!

stile sobrio e netto, diretto al punto, e virgola
(btw, dove si deve andare per ottenere una licenza di bugiardaggine?)

>Dove avrei mai detto (io o altri) una cosa del genere? Come *osi* squallido
>individuo insinuare che io sia fascista?!

classico esempio di domanda retorica
(il nostro si rivela subito, ex abrupto, seguace della
linea empirica assolutista piu' estremista da questa
parte del nostro caro locke)

>Bugiardo! E pergiunta *vigliacco*. Mai fatta un'affermazione del genere,
>ho detto e ripeto che l'influenza partigiana sulla condotta *militare* della
>guerra fu risibile e nessuno storico lo metterebbe mai in questione.

notare l'influenza dello sgarbi
nonche' la non irrilevante mole di citazioni e testi a sostegno
della sua tesi. veramente, non si puo' dire che il de struzzis
sia a corto di prove... (“ho detto e ripeto”, QED. quindi statevi
zitti, voialtri cretini ignoranti sfigati cerebrolesi ecc.)

>”comunista”. Tu, piuttosto, komunista del piffero, come *osi* prendere le

in contrapposizione con “komunista del violino”, tutt'altra
specie di animale, molto piu' evoluto nella scala a chiocciola.
ci si potrebbe dilungare in una lunga disquisizione sulle varie
speci esistenti di “komunisti”, ma questo esulerebbe dal nostro
proposito. in ogni caso, mi giunge or ora notizia che i “komunisti
del piffero” sono ormai in via di estinzione, rimpiazzati
dai piu' moderni “komunisti della chitarra elettrica”, tra i
quali i “komunisti della fender” sono una sottospecie di bassa lega.

>parti una democrazia che ha sempre rifiutato le aberrazioni della tua
>religione? (malgrado cio' *tollerando* le persone come te che distorcono
>i fatti e le parole altrui.)

interessante posizione teoretica. dunque, l'appartenenza ad una
certa ideologia (o religione), secondo il de struzzis, impedirebbe
ad un suo seguace di difendere in alcun modo, nonche' elogiare,
un paese apparentemente di ideologia contrapposta. interessante.

>Povero IGNORANTE! Si', sei un povero IGNORANTE se fai un'affermazione del

in effetti il de struzzis ha pienamente ragione qui e si trova
appoggiato nella sua posizione dai piu' alti studiosi di ontologia
zootica, per la qual cosa “ignorante” non definisce
la classe socio-economica del soggetto, ma solo il suo stato
di impoverimento culturale/nozionistico. al limite si potrebbe
dire che il de struzzis qui non intende classificare il suo
antagonista in qualita' socio-economica, bensi' rafforzare
retoricamente l'accezione di poverta' spirituale. ottima la
scelta stilistica.

>genere. I tedeschi non volevano certo farsi prendere dalle truppe alleate
>e se la squagliarono prima che esse arrivarono. Non certo per la guerriglia
>di 4 civili armati...

notare qui come si e' passati dall'etica all'ontologia
notare altresi' che il de struzzis deve esser stato testimone
in prima persona degli eventi di quel fatidico momento storico
per aver potuto contare sulla punta delle dita il numero di
civili armati presenti. gia' ci immaginiamo la scena:

“brambilla?”
“presente”
“e fa uno... brambilla?”
“presente, sciur”
“e fa... e fa due! brambilla?”
“si, ma ti se' scemo? presente!”
“e fa... quanto fa? acc... uno... due... tre! uff... brambilla?”
“oh madunnina... povero pirla d'un pirla!”
“che? ah si, presente? allora, riassumendo... [conta affannosamente
sulla punta delle dita, perplesso, riconta, il conto non torna, e poi per
magia, gli si accende la lampadina, il volto si illumina e grida:]
quattro! sono quattro!”

>Hahahaha, poveraccio... a quel punto le truppe germaniche erano SBANDATE e
>persino il piu' vigliacco dei vigliacchi divenne PARTIGIANO. Tra l'altro i
>tedeschi, in sentore di tribunali militari americani, si guardarono bene
>dall'ingaggiare battaglia con i civili.

un po' di humor, per alleggerire il tono

>Vigliacco! Codardo! DOVE ho mai parlato di “gloriosa” repubblica di Salo'?

cacofonica ripetizione dello stesso concetto per rafforzare
l'invettiva, eccezionalmente arrestato dal locutivo “dove”.
impressionante

>Vorrei che avessi avuto il coraggio di pubblicare un'infamia del genere su
>CARTA STAMPATA cosi' che avrei potuto citarti per diffamazione. Ma i codardi
>come te un coraggio del genere non ce l'hanno, sparano nel buio al sicuro da
>ogni ingiustizia. Sei un essere schifoso al pari di quelli che su Internet
>fanno commenti razzisti per la stessa vigliaccheria!

ritorna in pieno l'influsso dello sgarbi
(non vedo pero' le montagne di quotidiani impilati sulle braccia
dello schiavetto negro. hm... che il de struzzis non se lo possa
permettere? o che stia, molto subdolamente, ironizzando sullo sgarbi?)

>Guarda sottospecie di anello mancante della catena darwiniana che sul fatto

per poi passare alla biologia e zoologia (da cui si evince
la convinta posizione del de struzzis a favore della teoria
darwiniana dell'evoluzione)

tuttavia, l'uso marcato (altrove evidente nella prosa del
de struzzis) del vocabolo “catena” induce a sospettare
la presenza di profondi traumi psichici nell'infanzia del
nostro.
maestra: pizzi, paolo. si alzi, mostri a tutta la classe
il suo giocattolino!
pizzi: ma io non stavo giocando, sono gli altri...
maestra: [che nel frattempo si e' alzata per verificare di
persona avvicinandosi al discoletto e scoprendogli
l'impermeabile, impallidisce e arrosisce]
ma cosa fa, pizzi?! ma cosa fa!?!?
pizzi: io... io... sono stati loro, sono stati loro, buaaahhh!!
maestra: [rimessasi dallo choc, fa alzare il discoletto costringendolo
a piegarsi sul banchetto e a scoprire il culetto all'aria]
te la faccio vedere io, sporcaccione d'un pizzi, te la
faccio vedere io!! [afferrata una catena dal banco vicino,
si mette a menare di santa ragione] ecco la piu' bella
dimostrazione! devi dimostrare, pizzi, dimostrare!!!
pizzi: buaaahhh!! buaaaahhhh!!!

>avevo perfettamente RAGIONE, tant'e' che pure la spocchia del Picci s'e'
>chetata. Ma no, il vigliacco deve continuare a proporci le sue vigliacate!

altro classico esempio del “a forza di dirlo diventa vero”.
osservare l'ultima frase, splendido esempio di tautologia.

>No mio caro vigliacco-codardo-bugiardo, fonte REUTER, non posso pretendere

piccolo riassuntino lessicale per gli amnesici

>Vigliacco! Codardo! Io gli ebrei li ho IN FAMIGLIA! Mai fatte affermazioni
>del genere! Ma se qualcuno le facesse sarei pronto ad ascoltarlo perche'
>non sono un bieco massimalista comunista come te.

per passare alla filippica di schietto stile ciceroniano.
per non parlare della fragrante “dimostrazione” di massima
tolleranza razziale. oh wallenstein, oh wallenstein, oh wallenstein oh!

>IGNORANTE! IGNORANTE! IGNORANTE! IGNORANTE! IGNORANTE! IGNORANTE!
> IGNORANTE! IGNORANTE! Studia la storia moccioso! Hitler aveva in piano di attaccare

otto volte ignorante cosa fa? ignorante alla terza potenza,
bien sur
avvertite l'incalzare ritmico che singolarmente eccheggia
come l'ipnotico tam-tam di un villaggio turistico nel
madagascar...

>la Russia in PRIMAVERA ed era sicuro che le sue armate corazzate avessero
>avuto la meglio sull'armata russa PRIMA che l'inverno fosse intervenuto.

l'intensita' concettuale e linguistica, la finezza e la scelta
del vocabolario raggiungono qui vette ineguagliabili nella
storia della nostra letteratura, e dedicar loro un'analisi che
faccia loro giustizia oltrepassa i miei limiti e le mie capacita'.
(una chicca pero': “primavera” viene “prima” dell'inverno...
ed e' qui che sta la radice della rivoluzione intellettuale pizziana)

>Se proprio lo vuoi sapere la colpa del ritardo fu nostra, degli italiani
>che avevano promesso al fuhrer di “spezzare le reni alla Grecia” e che si

un “mea culpa” essenziale per rafforzare la propria tesi e
distruggere (come, si vedra' in seguito) quelle altrui.

>fecero ridicolizzare dalle truppe inglesi. La Wehrmacht fu costretta ad
>iintervenire in soccorso postponendo l'attacco in Russia. Quando alla fine
>Hitler attacco' la Russia era ormai autunno e malgrado tutto spero' ancora
>di farcela prima dell'inverno. Si sbaglio'. Ma cio' non fa che RAFFORZARE
>la mia ipotesi e DISTRUGGERE le tue balle da komunista militante.

deliziosa chiusura di paragrafo con terminologia prettamente
militare-erotica, tipica della piu' galgiarda letteratura libertina,
e piu' che affine all'argomento trattato.

>lui no, il bugiardo matricolato deve attribuirmi parole non mie perche'

altro esempio di uso ragionato della tautologia

>cio' che affermo si differenzia dagli stereotipi che gli hano inculcato.
oh che finezza! oh che sottigliezza di linguaggio!!
avvertire la sensibilita' del de struzzis nel suo
elegante riferimento al fondo schiena e all'uso
che se ne fa in certe pratiche “riproduttive”...
tanto zentile e tanto onesta pare
la donna mia, quand'ella altrui saluta
che a vederla si' bene vestuta
quindici lire le si posson dare...

>Inutile dire che il tizio di storia orientale non capisca UN TUBO, e'
>abbastanza evidente. Chissa' se ha mai aperto un libro di storia in vita
>sua, a parte quelli che per forza apriva quando faceva le elementari...

e' arcinoto che alle elementari (almeno in italia) i pupilli
(pupils) vengono frustati a sangue se non aprono i libri di
storia. dopo no, c'e' la libera scelta, anche al liceo.
(a questo punto, pero', verrebbe da domandarsi cosa faceva il
nostro alle elementari... lui li apriva i libri di storia,
oppure apriva solo l'impermeabile davanti alla maestra?)

quesito semantico: il termine “tubo” viene qui utilizzato
con significato psico-erotico, oppure letteralmente (cioe',
alle elementari ti davano i tubi da capire... con che cosa?)
la risposta giusta si trova in “amarcord”.

>Anche questo mai detto. E ti becchi un altro: BUGIARDO!

ritorno di fiamma dell'etica?
ah che destrezza di argomentazione!

>Vero nullita', prova il contrario! Apri un libro di storia prima di parlare!

un po' di jarry non stona mai (osservare, per piacere, la
nota arguta, tipicamente senese, che sottintende—oh che
finezza!—che si parla con il libro aperto e la bocca
chiusa... da ricciarelli?)

>BUGIARDO! Ancora, mai detto “selvaggi cinesi”.

etica, ancora...

>Tu devi solo ringraziare la tua VIGLIACCHERIA. Se avessi il coraggio di
>fare tali affermazioni in pubblico o sulla carta stampata ti beccheresti
>una QUERELA immediata. Ma figuriamoci se un povero mentecatto komunista
>si vuole attenere alle REGOLE di una democrazia!!!!

abile tattica (la miglior difesa e' una buona offesa, john madden)
e infine, l'arringa finale, una vera sequenza di fuochi d'artificio,
un bombardamento riassuntivo dei temi trattati:

>Vergognati! Non meriti ALCUN RISPETTO, il tuo comportamento e' pari a quello
>di un NAZISKIN, il tuo e' vero e proprio TERRORISMO TELEMATICO, pura
>vigliaccheria! Non avresti mai il coraggio di affrontarmi DAL VERO di fronte
>a testimoni o sulla carta stampata dove esistono leggi che proteggono dagli
>infami come te!

per concludere, un fine saggio di cultura profonda, acuta conoscenza
delle teorie zen e sufi, articolatezza di pensiero, abilita' stilistica
e argomentativa, intelligente uso di chiuse e aperte (soprattutto se
di libri trattasi) e dighe e ristagni patavin... oops, scusate, mi
sono lasciata andare dall'entusiasmo.
un consiglio a tutti gli sciiti: leggete il libro del prof. de struzzis
(da cui questo saggio e' tratto), dal titolo “wilma dammi la clava!”,
edizioni “i nuovi primitivi”, nella serie “perversioni moderne”, in
vendita in tutte le librerie per sole due lire (le mie).

>con estremo disgusto,
>P.P.

estremamente divertita
la “merlettaia” (prof.ssa)
“komunista in re diesis”


© 1999-2005 marina pianu, italy | narrative :: 


home ]
[ brevine ]
[ foto ]
[ blog ]
[ sentenze ]
[ linee d'ombra ]
[ lostbooks ]
[ persa ]
[ link ]
[ frugatemi ]
[ mappa ]
[ contatti ]

Creative Commons License